Carabinieri eventi

Servizio RSS - Event offerto da www.carabinieri.it
  1. Roma - Verso il 25 aprile: 76° anniversario della Liberazione

  2. Roma - Ambiente e sostenibilità, al via la partnership tra l'agenzia Italpress e l'Arma dei Carabinieri.

    Sostenibilità, difesa dell'ambiente, legalità. Sono le tre parole chiave della nuova partnership siglata tra l'agenzia di stampa Italpress e l'Arma dei Carabinieri e presentata ufficialmente nel corso di un incontro a Roma, al quartier generale di viale Romania, fra il direttore responsabile dell’Italpress Gaspare Borsellino, il consulente per l’Area Video Claudio Brachino ed il Comandante Generale dei Carabinieri Gen. Teo Luzi. Un accordo che ha l'obiettivo di far conoscere, ancor di più, ai cittadini l'importante ruolo svolto dall'Arma nella difesa del territorio, grazie all'esperienza di 33 anni di infornazione dell'agenzia fondata e diretta da Gaspare Borsellino. "Siamo stati la prima agenzia di stampa a dare vita in Italia a un canale interamente dedicato alla legalità. Oggi con questa nuova iniziativa editoriale forniremo ai nostri abbonati una informazione ancora più completa sui temi ambientali e della sostenibilità in genere" afferma  Borsellino. “Una partnership, quella con l'Arma, di cui andiamo fieri ed orgogliosi, perché da sempre ambiente e legalità sono nel dna dell'agenzia Italpress”. Servizi, approfondimenti, interviste su tutte le iniziative dell'Arma nella difesa della biodiversità troveranno posto sui canali di settore dell'agenzia palermitana, a cominciare dal Tg Ambiente, l'ultimo nato in casa Italpress, in grado - nonostante sia stato lanciato da poche settimane - di catalizzare da subito l'attenzione dei player del settore. "Attraverso i nostri reparti e la sua attività quotidiana, l'Arma svolge un ruolo insostituibile per la sostenibilità sociale e ambientale e nella tutela della biodiversità, del territorio, delle acque. Grazie a questa partnership con l'Italpress - afferma il Gen Teo Luzi- saremo in grado di far conoscere a un pubblico ancora più vasto qual è oggi il nostro compito e con quali strumenti perseguiamo l'obiettivo di contribuire a costruire un ecosistema più sano e più equilibrato".
  3. Cittaducale (RI) - Cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante CUFA

  4. Roma - Il Generale di Corpo d'Armata Enzo Bernardini assume la carica di Vice Comandante dell'Arma dei Carabinieri

    Nella mattinata odierna, presso la Sala di Rappresentanza del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, si è svolta la cerimonia di avvicendamento nella carica di Vice Comandante Generale, fra il Generale di Corpo d’Armata Gaetano Maruccia, cedente, ed il Generale di Corpo d’Armata Enzo Bernardini, subentrante. La cerimonia, svoltasi secondo le vigenti prescrizioni per il contenimento della pandemia, è stata celebrata alla presenza del Comandante Generale Teo Luzi e dei vertici dell’Istituzione, nonché del Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo Gen. C.A. Libero Lo Sardo, del Presidente dell’O.N.A.O.M.A.C. Generale di C.A. Cesare Vitale e di una rappresentanza degli esponenti degli organismi di rappresentanza dell’Arma. Prima della cerimonia di avvicendamento, i Generali Maruccia e Bernardini hanno reso omaggio ai Caduti deponendo una corona di alloro al Sacrario dei Caduti del Museo Storico dell’Arma. La carica di Vice Comandante Generale per legge viene conferita al Generale di Corpo d’Armata più anziano dell’Arma dei Carabinieri.
  5. Roma - Il Capo della Polizia Lamberto Giannini in visita al Comando Generale dei Carabinieri

    Questa mattina il Prefetto Lamberto Giannini, Direttore Generale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Capo della Polizia, si è recato in visita presso il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri a Roma. Al suo arrivo, il Prefetto è stato accolto dal Comandante Generale dell'Arma Teo Luzi, con il quale si è intrattenuto a colloquio per confermare e rafforzare i consolidati rapporti di amicizia e collaborazione tra le due Forze di Polizia. Momento particolarmente significativo è stata la visita alla Sala Operativa, centro nevralgico dell'Istituzione, e l'incontro con i Vertici dello Stato Maggiore della Benemerita.
  6. Roma - Decreto Legge 13 marzo 2021

  7. Territorio Nazionale - GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DEI CONSUMATORI

    La soggettività giuridica del consumatore si è andata affermando, negli ultimi anni, per l’attenzione rivoltale dal Legislatore europeo e da quello nazionale. Nel contempo, la dottrina ne ha decisamente affermato le peculiarità, anche considerando gli innovativi strumenti di tutela azionabili dagli stessi consumatori e la diffusa tendenza associazionistica. Le mutevoli condizioni sociali e la più radicata consapevolezza dei consumatori, peraltro diversificati quanto a preferenze e potenzialità economiche, hanno consolidato il legame della parola “consumatore” con il concetto di “sicurezza alimentare”. Quest’ultimo rimanda all’eccellente comparto agroalimentare italiano, che vede protagoniste circa 2 milioni di imprese nei settori della produzione, trasformazione e distribuzione degli alimenti. L’intima correlazione, scaturente dal rapporto Consumatore/Agroalimentare, esso stesso connesso ad uno degli irrinunciabili bisogni dell’individuo, quello dell’alimentazione, spiega quotidianamente i suoi effetti sulla vita collettiva e su quella dei singoli, imponendo l’adozione di norme di settore e la previsione di organismi a presidio specificamente dedicati, quali il Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare, protagonista operativo del comparto di specialità normativamente attribuito all’Arma. In tal senso, e nell’ottica di realizzare una mappa concettuale quanto più confacente all’immediato utilizzo da parte di operatori e consumatori, guardando altresì al momento della formazione di studenti ed appassionati dell’ avvincente materia, i Carabinieri per la Tutela Agroalimentare hanno inteso proporre una icastica rappresentazione del quadro normativo vigente, disegnando il “Giardino dei Diritti”, illuminato dalla luce calda e rassicurante del sole, idealmente rappresentativo del ruolo di protezione. I fiori contengono, in ogni singolo petalo, la definizione di consumatore, gli obblighi degli operatori del settore agroalimentare, la tipologia delle informazioni che questi ultimi debbono fornire ai primi. Ciascun fiore, nei suoi petali, racchiude le norme: - di derivazione comunitaria, contenute nel TFUE; - del Codice del consumo; - di riferimento al consumatore nella legislazione alimentare comunitaria e nazionale. I raggi del sole indicano gli strumenti operativi della tutela sul campo, affidati, con specifiche norme attributive, all’Arma dei Carabinieri. Le nuvole rappresentano le insidie che possono offuscare il fisiologico rapporto consumatore/operatore. Il colore del cielo è l’idealizzazione cromatica del rapporto preferenziale dei consumatori con il settore agroalimentare italiano, solida e riconosciuta eccellenza del nostro Paese. Il “Giardino dei Diritti del Consumatore”, cui nel tempo non mancheranno doverosi aggiornamenti e rivisitazioni, è il contributo che i Carabinieri per la Tutela Agroalimentare intendono offrire nella Giornata Mondiale dei Diritti dei Consumatori.
  8. Roma - Comandante Generale Teo Luzi: "La mafia è mercatista"

     
  9. Roma - Un albero per il futuro

    Creare un grande bosco diffuso. Un progetto nazionale di educazione ambientale dei Carabinieri della Biodiversità rivolto alle scuole.  Solo nel 2021 saranno distribuite gratuitamente circa 60.000 piante boschive autoctone.  Un’occasione per avvicinare concretamente i giovani alle tematiche ambientali e contribuire a ridurre i cambiamenti climatici anche da casa. Per richiedere gli alberi scrivere a unalberoperilfuturo@carabinieri.it Inizia con un albero il Progetto Nazionale per le scuole organizzato dai Carabinieri della Biodiversità in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare. “UN ALBERO PER IL FUTURO” è un percorso verso la sostenibilità attraverso il quale gli Istituti Scolastici possono richiedere uno o più alberi e metterli a dimora in un’area del proprio plesso o in altre zone bisognose di essere riqualificate. Basta scrivere a unalberoperilfuturo@carabinieri.it   Al progetto hanno già aderito oltre 150 Istituti scolastici in tutta Italia, accogliendo con entusiasmo l’iniziativa.  Nel 2021 potranno essere distribuite gratuitamente fino a 60.000 piantine che si andranno ad aggiungere ai circa 12 miliardi di alberi già presenti nei nostri boschi. Oltre ad essere dei laboratori di biodiversità gli alberi sono anche dei formidabili assorbitori di anidride carbonica. Si calcola infatti che le foreste italiane riescano a stoccare ogni anno oltre 45 milioni di tonnellate di CO2 . I boschi intanto si espandono, gli ultimi dati parlano di circa 11 milioni di ettari di superficie forestale nazionale di cui più di 9 milioni di ettari di bosco. Ogni albero distribuito dai Carabinieri contribuirà a costituire in tutta Italia un grande BOSCO DIFFUSO, fatto di specie autoctone che cresceranno aumentando la qualità ambientale. Ogni pianta può essere geolocalizzata fotografando uno speciale cartellino apposto su ciascuna di esse e sarà possibile seguire a distanza l’andamento e l’espansione del nuovo bosco, apprezzando anche il progressivo risparmio di CO2. Grazie infatti a un algoritmo realizzato dall’Università della Tuscia verranno confrontate le curve di accrescimento delle piante con i dati relativi allo stoccaggio di anidride carbonica e in questo modo sarà possibile verificare on line il complessivo assorbimento di tutte le altre nuove piante. Le specie vegetali prodotte nei Centri Nazionali di Biodiversità Forestale di Pieve Santo Stefano (AR) e Peri (VR) sono state scelte accuratamente nel rispetto delle aree geografiche e fitoclimatiche in cui dovranno essere piantate.  Per venire incontro a tanti studenti impegnati nella didattica a distanza, sarà possibile iniziare a prendersi cura delle piantine anche casa propria per poi provvedere, appena possibile, alla loro messa a dimora. I ragazzi e le loro famiglie potranno seguire i consigli dei Carabinieri della Biodiversità sulla cura delle singole specie in attesa di poterle poi piantare nel luogo prescelto, seguendo le informazioni contenute nel “Portale del bosco diffuso” che consente la registrazione dei partecipanti all’iniziativa, l’individuazione della posizione precisa degli alberi e di verificare lo sviluppo progressivo del bosco diffuso. Il progetto intende coinvolgere attivamente studenti, scuole, famiglie e tanti cittadini in un percorso reale di consapevolezza ecologica, per migliorare la qualità ambientale di molte aree e contribuire a mitigare i cambiamenti climatici. Le scuole saranno supportate dai Carabinieri Forestali con lezioni anche web in air in cui verranno presentate le magnifiche Riserve Naturali dello Stato, vero scrigno di natura, amministrato e curato dall’Arma, approfonditi tutti i benefici ecologici degli alberi e chiarite le buone pratiche che potranno garantire un futuro più verde. “UN ALBERO PER IL FUTURO” è un’occasione per conoscere i tesori naturali, accrescere la biodiversità del nostro Paese e lasciare un segno verde di speranza. 
  10. Roma - Insediamento del Gen. D. Mario Cinque nella carica di Capo di Stato Maggiore dell'Arma dei Carabinieri

    Nella giornata odierna, il Generale di Divisione Mario Cinque si è insediato nella carica di Capo di Stato Maggiore dell’Arma dei Carabinieri, lasciata il 15 gennaio u.s. dal Gen. C.A. Teo Luzi, attuale Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri.  Il Gen. Cinque assume il nuovo incarico su nomina del Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini.
Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn