Carabinieri eventi

Servizio RSS - Event offerto da www.carabinieri.it
  1. Torino - Guard-a-voi! Due secoli della Scuola Allievi Carabinieri di Torino

    Guard’a voi! fu il comando di «attenti!» che mise in riga intere generazioni di reclute dell’Armata Sarda e dell’Esercito Italiano fino al 1870. Con questo titolo è stata inaugurata a Torino presso il Mastio della Cittadella la mostra che ripercorre i primi passi delle Scuole Allievi Carabinieri in occasione del bicentenario che si celebra quest’anno. Quella di Torino è la prima Scuola Carabinieri d’Italia. La mostra “Guard-a-voi! Due secoli della Scuola Allievi Carabinieri di Torino” è aperta al pubblico dal 1 al 31 luglio 2022 presso il Mastio della Cittadella in corso Galileo Ferraris a Torino. La mostra sarà visitabile tutti i giorni in orario 9:00-12:00 e 15:00-19:00.
  2. Roma - Relazione Annuale DCSA 2022

    La Direzione Centrale per i Servizi Antidroga pubblica la sua “Relazione Annuale”, il bilancio delle attività e dei risultati conseguiti dalle Forze di Polizia italiane nell’azione di contrasto al traffico illecito delle sostanze stupefacenti.
  3. Roma - Celebrato presso la Caserma 'Salvo D'Acquisto' il 208° Annuale di Fondazione dell'Arma dei Carabinieri

    All’interno della Caserma “Salvo D’Acquisto” di Tor di Quinto, l’Arma dei Carabinieri celebra il 208° Annuale di Fondazione, alla presenza del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio di Autorità Parlamentari e di Governo, di esponenti delle Magistrature e del Comandante Generale Teo Luzi. La cerimonia, iniziata alle ore 18.00 con lo schieramento di tre Reggimenti di formazione rappresentativi di tutte le organizzazioni dell’Arma, da quella Addestrativa alla Territoriale, dalla Mobile e Speciale alla Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare, ha dato gli onori al Ministro della Difesa che ha passato in rassegna i reparti schierati e ha tenuto un breve discorso, così anche il Capo di Stato Maggiore della Difesa Amm. Giuseppe Cavo Dragone e il Comandante Generale Teo Luzi. Quest’ultimo ha sottolineato che “L’Arma, che vive tra la gente, ne condivide le apprensioni, ma ne coglie anche i desideri più positivi. Tra tutti, l’aspirazione alla coesione sociale. E aggiungendo che - i Carabinieri – in 208 anni – hanno accompagnato gli italiani nella costruzione dell’identità della Nazione e, nel momento in cui l’Italia progetta il proprio futuro, si impegnano ad essere la sicurezza tranquilla del Paese.” Vi è stata poi la consegna da parte del Ministro Guerini della Medaglia d’Oro al “Merito Civile” alla Bandiera di Guerra dell’Arma dei Carabinieri con la seguente motivazione: “Custode dell’inestimabile patrimonio naturale dell’Italia, l’Arma dei Carabinieri, sin dal 1986, affiancava ai propri presidi territoriali i primi Nuclei Operativi Ecologici, per condurre una sempre più incisiva azione a salvaguardia dell’ambiente. La successiva istituzione del Comando per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare raccoglieva la preziosa eredità degli assetti forestali, ponendo a sistema l’altissima professionalità di un antico e benemerito Corpo con tutte le altre organizzazioni funzionali. L’eccezionale livello dei risultati conseguiti a salvaguardia del paesaggio, della biodiversità e degli ecosistemi, accreditano oggi l’Arma presso la comunità internazionale quale riconosciuto modello operativo di riferimento, presidio di valori costituzionali che riconoscono nell’ambiente e nello sviluppo sostenibile un bene comune e una ricchezza nazionale da trasmettere intatti alle generazioni future”. Territorio nazionale ed estero, 1986 – 2022. Successivamente, sempre da parte del Ministro della Difesa si è proceduto alla consegna della Croce d’Oro al Merito dell’Arma dei Carabinieri alle Bandiere di Guerra del 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania” e del 7° Reggimento Carabinieri “Trentino Alto Adige” con la seguente motivazione: “Reggimento Carabinieri, nel solco delle più gloriose tradizioni dell’Arma, dava prova dell’eccezionale valore del proprio personale allorquando, nell’agosto 2021, a Kabul (Afghanistan), impiegato per la sicurezza della rappresentanza diplomatica durante l’offensiva dei movimenti talebani, assolveva ai propri compiti con ammirevoli coraggio e professionalità, garantendo l’esercizio delle funzioni diplomatiche e fornendo il proprio determinante contributo alle operazioni di esfiltrazione dei connazionali e dei cittadini afgani. L’instancabile e meritorio impegno rendeva testimonianza della straordinaria generosità del Reparto, che guadagnava il plauso delle più alte cariche istituzionali e della comunità internazionale.” Kabul (Afghanistan), agosto 2021. Infine sono state consegnate: - da parte del Ministro della Difesa la Medaglia d’Oro al Valor Militare “alla memoria” al Carabiniere Scelto Vittorio Iacovacci. La decorazione è stata ritirata dal padre del Caduto, Signor Marcello: “In servizio di protezione ad Ambasciatore italiano impegnato in missione umanitaria in area caratterizzata da intensa conflittualità, ne garantiva, con ferma determinazione, l’incolumità durante il violento tentativo di sequestro ad opera di un commando armato. Nelle successive concitate fasi del conflitto a fuoco tra i rapitori e le forze di sicurezza locali sopraggiunte, proseguiva, sprezzante del pericolo, la coraggiosa azione di protezione dell’Autorità. Nel corso dell’ultimo impavido tentativo di mettere in salvo il diplomatico, fattogli scudo con il proprio corpo, veniva colpito a morte, decedendo sul campo. Fulgido esempio di elette virtù militari e altissimo senso del dovere, spinti fino all’estremo sacrificio”. Goma (Repubblica Democratica del Congo), 22 febbraio 2021; - da parte del Ministro dell’Interno la Medaglia d’Oro al Valore Civile al Brigadiere Capo Qualifica Speciale Maurizio Sabbatino: “Libero dal servizio, con eccezionale coraggio, non esitava, benché disarmato, a intervenire in una farmacia dove due malviventi stavano perpetrando una rapina. Nel tentativo di bloccarli, ingaggiava con gli stessi una violenta colluttazione, durante la quale veniva proditoriamente attinto con 4 fendenti, riportando gravi lesioni. Chiaro esempio di elette virtù civiche e altissimo senso del dovere.” Torino, 29 novembre 2021; - e la Medaglia d’Oro al Valore Civile al Vice Brigadiere Sebastiano Grasso: “Libero dal servizio, con eccezionale coraggio ed esemplare altruismo, benché disarmato e accompagnato da propri familiari, non esitava a intervenire in ausilio di due colleghi intenti a sedare una violenta rissa tra sei persone. Proditoriamente attinto al collo da un colpo di pistola esploso da uno dei corrissanti, riportava gravissime infermità permanenti. Chiaro esempio di elette virtù civiche e non comune senso del dovere” Acireale – (Catania), 5 settembre 2021. La ricompensa è stata ritirata dal Capitano Stefania Riscolo, Comandante della Compagnia Carabinieri di Acireale (Catania) in quanto il Vice Brigadiere Sebastiano Grasso è impossibilitato a essere presente a causa delle conseguenze delle ferite riportate nell’evento per il quale ha ricevuto l’onorificenza. A seguire, come di consueto, è stata effettuata la consegna del “Premio Annuale” a sei Comandanti di Stazione che si sono particolarmente distinti nell’attività d’istituto, che come tutti i loro colleghi a guida degli oltre 5.000 presidi dell’Arma sul territorio sono i primi riferimenti per i cittadini. Quest’anno sono premiati: ˗ Luogotenente Carica Speciale Piero CAPRINO, Comandante della Stazione di Grumello del Monte (Bergamo); ˗ Luogotenente Carica Speciale Luigi MAZZA, Comandante della Stazione di Verona Principale; ˗ Luogotenente Carica Speciale Pietro DE DONNO, Comandante della Stazione di Pesaro (PU); ˗ Luogotenente Carica Speciale Leonardo GALANTE, Comandante della Stazione di Ripalimosani (Campobasso); ˗ Luogotenente Renato MORRONE, Comandante della Stazione di Cosenza Centro; ˗ Maresciallo Ordinario Riccardo DE GENNARO, Comandante della Stazione Forestale di Breno (Brescia). Al termine delle premiazioni, dopo il deflusso dei Reparti, lo Storico Carosello Equestre, è stato eseguito dal 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo per rievocare la “Carica di Pastrengo” del 1848. La manifestazione è terminata con gli onori finali al Ministro della Difesa.
  4. Roma - ARMAINARMONIA - Concerto per la Natura 2022

    Attraverso la forza evocatrice della musica, Rai Cultura racconta in un emozionante film documentario ARMAINARMONIA, il Concerto per la Natura 2022 dell’Arma dei Carabinieri, che descrive l’impegno della Benemerita per la tutela dell’ambiente. Il 5 giugno ricorre l’Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che quest’anno compie 208 anni. In questa stessa data si festeggia anche la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Al fine di coniugare le due ricorrenze, eccezionalmente affini, la Banda Musicale dell’Arma e Vittorio Grigolo, tenore di fama internazionale, si esibiscono immersi nello spettacolare pianoro in fiore della Foresta Demaniale Statale “Feudozzo” nel comune di Castel di Sangro (AQ) situata nel cuore dell’Appennino abruzzese. E’ questa una delle 150 aree naturali protette gestite e tutelate dall’Arma ricchissime di biodiversità. L’Istituzione è la più grande e articolata forza di polizia ambientale d’Europa, portatrice di un dna valoriale, orientato alla protezione dell’ecosistema, ancor più oggi, a seguito delle recenti modifiche costituzionali, che hanno sancito la tutela della Natura tra i principi fondamentali della Carta. ARMAINARMONIA nasce quest’anno dall’intento di rappresentare l’equilibrio armonioso di quelli che, secondo la tradizione cosmogonica comune a tante civiltà, sono i 4 Elementi costitutivi del Pianeta: Aria, Acqua, Fuoco e Terra da cui discende la salute e il benessere umano. Per dare risalto al vasto e prezioso patrimonio naturale custodito dall’Arma alcuni Solisti della Banda si sono esibiti in luoghi di fascino ineguagliabile: le scogliere granitiche dell’Isola di Montecristo, le suggestive gole della Valle dell’Orfento, le scenografiche Grotte di Castel Civita, il fumoso cratere del Vesuvio. A loro fianco, sulle note dei brani le cui sonorità evocano ognuno un elemento naturale, giovani ballerine dell’Accademia Nazionale di Danza. A spiegare l’impegno crescente dell’Arma per la tutela della legalità e l’educazione ambientale il Gen. C.A. Antonio Pietro Marzo, Comandante delle Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri e il Col. Massimo Martinelli, Direttore della Banda Musicale dell’Arma. Ospiti d’eccezione il filosofo Telmo Pievani e il Prof. Fulco Pratesi, Presidente Onorario del WWF Italia.
  5. Roma - 208 Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri

    Oggi 6 giugno viene celebrato il 208° Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Nella mattinata, il Comandante Generale Teo Luzi ha reso omaggio ai Caduti deponendo una corona d’alloro al Sacrario dei Caduti all’interno del Museo Storico dell’Arma. A seguire si è recato al Quirinale dove, con una rappresentanza di Carabinieri, comprendente i Vertici del Comando Generale e personale delle varie organizzazioni dell’Arma, è stato ricevuto dal Presidente della Repubblica. Nel pomeriggio a Roma, all’interno della Caserma “Salvo D’Acquisto” di Tor di Quinto, ha luogo una cerimonia alla presenza di Autorità parlamentari e di governo, di esponenti delle Magistrature, di autorità militari e del Comandante Generale. La cerimonia, che ha inizio alle ore 18:00 con lo schieramento di tre Reggimenti di formazione rappresentativi di tutte le componenti dell’Arma, prevede la rassegna dei Reparti da parte del Ministro della Difesa On. Lorenzo Guerini, la consegna alla Bandiera di Guerra dell’Arma dei Carabinieri della Medaglia d’Oro al Merito Civile per i meriti acquisiti nell’attività di tutela dell’ambiente dal 1986 ad oggi. Successivamente verranno consegnate le “Ricompense” ai Carabinieri maggiormente distintisi nelle attività di servizio e come di consueto il “Premio Annuale” a sei Comandanti di Stazione che si sono particolarmente distinti nell’attività d’istituto. Dopo il deflusso dei Reparti, segue lo Storico Carosello Equestre, eseguito dal 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo per rievocare la “Carica di Pastrengo” del 1848. La manifestazione può essere seguita in diretta sul sito internet e sul canale ufficiale Youtube dell’Arma dei Carabinieri. La cerimonia sarà coperta anche dai canali ufficiali dell’Arma (Twitter, Facebook, Instagram e Linkedin), anche attraverso live twitting #FestArma2022.
  6. Roma - Nature in Mind

    In occasione del 30° anniversario della Convenzione per la Diversità Biologica, l’Arma dei Carabinieri celebra, con un convegno internazionale di due giorni presso il Centro Congressi di Palazzo Rospigliosi in Roma, il valore della biodiversità all’insegna di un futuro più verde e sostenibile. Esperti di tutto il mondo saranno riuniti per riflettere sulle nostre responsabilità nei confronti dell’ambiente e sulla possibilità di creare una nuova cultura della natura. La comprensione scientifica dei processi naturali e l’acquisizione della consapevolezza dell’importanza del rispetto della legge si integrano e si collocano, con uguale dignità, a fondamento della conservazione della natura. L’educazione ambientale diventa così educazione alla “legalità” ambientale: un insieme di conoscenze che diventa “cultura”, una cultura ambientale che è parte integrante della formazione più profonda del cittadino e che rappresenta l’unica possibilità per un futuro migliore.
  7. Roma - La Prevenzione degli stati di disagio e la Promozione del benessere psicologico nell’Arma dei Carabinieri

    Nell’ambito delle attività finalizzate alla promozione del benessere del personale, nella mattinata odierna, presso la Scuola Ufficiali, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Gen. Teo Luzi, ha aperto il Convegno intitolato “La Prevenzione degli stati di disagio e la Promozione del benessere psicologico nell’Arma dei Carabinieri” nel quale, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa Amm. Giuseppe Cavo Dragone, sono stati coinvolti autorevoli rappresentanti del mondo accademico, illustrando iniziative istituzionali intraprese e progettualità in corso. Con tale evento l’Arma intende testimoniare sia la centralità da sempre riconosciuta alle donne e agli uomini in divisa quale più importante risorsa di cui prendersi “cura”, sia l’impegno a progettare e intraprendere percorsi di coinvolgimento del personale nelle strategie di intervento, per diffondere quel “clima organizzativo” capace di valorizzare e motivare, di promuovere la crescita e di coltivare il senso di responsabilità verso sé stessi e gli altri. Moderati dalla dott.ssa Fiorenza SARZANINI, hanno portato il loro saluto il Sen. Prof. Pierpaolo SILERI, Sottosegretario di Stato del Ministero della Salute e l’On. Dott. Nicola MOLTENI, Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Interno e sono intervenuti, in qualità di Relatori, il Dott. David LAZZARI, Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, il Col. medico Ernesto TARASCHI, Ufficiale medico psichiatra dell’Arma dei Carabinieri, il Prof. Maurizio POMPILI, Ordinario di Psichiatria presso l’Università “La Sapienza”, la Dott.ssa Isabel FERNANDEZ, Psicologa e Presidente dell’Associazione Italia EMDR, il Prof. Domenico DE MASI, Professore Emerito di Sociologia del Lavoro presso l’Università “La Sapienza” di Roma e, collegato da remoto, il Prof. Vittorino ANDREOLI, Professore Emerito di Psichiatria.
  8. Madrid (Spagna) - Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Teo Luzi, in visita presso la Direzione Generale della Guardia Civil

    Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale C.A. Teo Luzi, si è recato in visita presso la Direzione Generale della Guardia Civil Spagnola a Madrid, quale ulteriore consolidamento dello stretto legame tra le due Istituzioni, accomunate dal titolo di Benemerita. Nella circostanza, il Gen. Luzi, dopo aver conferito 5 Croci al Merito dell’Arma dei Carabinieri ad altrettanti Ufficiali del Corpo iberico, è stato insignito della Gran Croce dell'Ordine al Merito della Guardia Civil.
  9. Pristina (Kosovo) - Cerimonia di consegna di un'automedica al Ministero della Salute del Kosovo

    In aderenza all’EXECUTIVE PLAN 2021, relativo all’impiego dei fondi COVI annualmente stanziati, la dipendente unità CI.MI.C. ha provveduto all’acquisto di una automedica accessoriata per un importo complessivo finale di euro 27.600 (scheda progetto nr. KOS/RC-W/2021/A/5/1/IRA/). Il mezzo, opportunamente realizzato dalla ditta italiana “Bertazzoni s.r.l.” di Collecchio (PR), leader in allestimenti per veicoli speciali, ha raggiunto il Kosovo - tramite autocolonna con bisarca - ed è stato poi trasferito presso la sede del Ministero della Salute in Pristina. In questi giorni, i funzionari del Ministero, Ente a suo tempo individuato quale destinatario della donazione (la stessa si inquadra in un progetto di realizzazione di un sistema di risposta sanitaria con personale medico sul luogo dell’intervento, in analogia a quanto in Italia svolto dal servizio “118”; il progetto è in fase embrionale ma qualificato di grande interesse dal citato dicastero kosovaro), hanno provveduto all’immatricolazione del mezzo. La cerimonia di consegna si è svolta nella mattinata del 01 aprile presso quel dicastero e ha visto la partecipazione del Ministro della Salute del Kosovo, prof. Rifat LATIFI,  il vice Ambasciatore italiano dr. Ugo Ferrero, il Deputy Commander di KFOR, Gen. B. Luca Piperni e il Comandante del Reggimento MSU, Col. Maurizio Mele. Il Ministro Latifi ha ringraziato le Autorità italiane per il continuo sostegno concretamente dimostrato alla popolazione del Kosovo e alle sue istituzioni, rinnovando una collaborazione solida e proiettata nel futuro. Al termine vi è stata la simbolica consegna, a cura del Comandante del Reggimento MSU, delle chiavi dell’autovettura.
  10. Tarvisio (UD) - Commemorazione 78° anniversario dell'eccidio di Malga Bala

    Si è svolta, , alla presenza delle seguenti Autorità: Gen. B. Francesco Atzeni, Comandante della Legione Carabinieri “Friuli Venezia Giulia”, Dott. Massimo Marchesiello, Prefetto di Udine, Signor Renzo Zanette, Sindaco del Comune di Tarvisio e del Gen. C.A. Michele Cristoforo Ladislao, Ispettore Regionale “F.V.G.” A.N.C. di Trieste, la cerimonia commemorativa del 78° anniversario dell'eccidio dei 12 Carabinieri caduti a Malga Bala (Slovenia) il 25 marzo 1944. La ricorrenza è stata celebrata con una Messa presso la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo e la deposizione di una corona nell’attiguo Tempietto Ossario. Nel 2009, il sacrificio dei 12 Carabinieri ebbe l'alto riconoscimento della concessione, da parte dell'allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, della Medaglia d'Oro al Merito Civile alla Memoria.  L’appuntamento odierno con la Memoria, nonostante le restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria in atto, è stato toccante e significativo, anche grazie alla partecipazione di alcuni dei parenti dei caduti, portatori delle Medaglie d’Oro.   
Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn