Carabinieri News

Servizio RSS - Db_news offerto da www.carabinieri.it
  1. FIRENZE: BLITZ DEI CARABINIERI ALLE CASCINE, SCOVATI 8 ETTI DI HASHISH

    Firenze, 17 gen. - (AdnKronos) - Nuovo controllo straordinario dei carabinieri al parco delle Cascine con un vasto dispiegamento di mezzi. I carabinieri della compagnia di Firenze sono intervenuti con colleghi della Cio del 6° Battaglione "Toscana" e ad un'unità cinofila antidroga per condurre l'operazione di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso del servizio è stato denunciato un cittadino della Guinea-Bissau, 31enne, clandestino, sorpreso a cedere a un giovane italiano, segnalato amministrativamente alla locale prefettura, 3 grammi di hashish. Il cane Batman con il suo fiuto ha consentito di rinvenire quasi 800 grammi di hashish e tre di marijuana. Con i costanti controlli dell'area delle Cascine nei pressi della fermata della tramvia nei due giardini gli spacciatori avevano già individuato un altro luogo dove nascondere lo stupefacente. Un posto sicuro lontano dai militari e dal fiuto di Batman, ma alla fine scoperto dal cane antidroga. (segue) (Red-Xio/AdnKronos)
  2. Nassiriya: Trenta, militari morti? Un atto d'amore per Paese

    (ANSA) - MESSINA, 17 GEN - "Ho seguito con emozione questa inaugurazione di un monumento in memoria dei 5 carabinieri siciliani caduti nella strage di Nassiriya. Il loro è stato un atto d'amore per il Paese che deve rimanere nella nostra memoria". Lo ha detto il ministro della Difesa Elisabetta Trenta oggi a Messina, nella caserma Bonsignore. "Nassiriya è per me un posto dell'anima dove ho lavorato molto tempo. - ha aggiunto - Lì ho trovato una popolazione locale che parla bene degli italiani: significa che noi abbiamo lavorato non solo con professionalità ma anche con molto cuore. Loro ci sono grati per sempre".(ANSA).
  3. Nassiriya: Trenta, "Resti nella memoria atto d'amore dei caduti"

    (AGI) - Messina, 17 gen. - "Ho seguito con emozione questa inaugurazione per i caduti di Nassiriya, il loro e' stato un atto d'amore per il Paese che deve rimanere nella nostra memoria". Lo ha detto il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, a Messina, al comando interregionale Culqualber dei carabinieri per l'inaugurazione di un monumento ai caduti di Nassiriya. "Per me - ha aggiunto - Nassiriya e' un posto dell'anima dove ho lavorato tanto tempo, e dove ho trovato una popolazione locale che parla continuamente degli italiani, questo significa che noi abbiamo lavorato non solo con professionalita', ma anche con tanto cuore e che loro ci sono grati per sempre". (AGI) Me2/Mrg
  4. ROMA: CONTROLLI ANTI ILLEGALITA' E ABUSIVISMO, 8 ARRESTI E 12 DENUNCE

    Roma, 17 gen. (AdnKronos) - I carabinieri della Compagnia Roma Centro, unitamente ai colleghi del Nucleo Radiomobile di Roma e dell'8° Reggimento ''Lazio'', hanno eseguito un servizio straordinario di controllo nell'area di piazza dei Cinquecento e zone limitrofe, finalizzato a contrastare ogni forma di illegalità e di abusivismo commerciale. I carabinieri hanno arrestato 8 persone, ne hanno denunciate a piede libero altre 12, ne hanno sanzionate ulteriori 12, hanno notificato un Daspo Urbano e hanno multato 14 venditori ambulanti. I primi a finire in manette, sono due cittadini romeni di 33 e 41 anni, senza fissa dimora e con precedenti, sorpresi dai Carabinieri, al capolinea del tram linea 5, subito dopo aver rubato uno smartphone, dalla tasca del giaccone di una turista. Arrestato anche un 36enne di origini campane, 'pizzicato' dai militari, in via Giolitti, nei pressi della fermata degli autobus diretti agli scali aeroportuali della Capitale, mentre rubava un trolley di un'ignara turista. Poco più tardi, un 20enne pugliese, è stato arrestato dai Carabinieri, per furto con strappo. Il giovane dopo aver strappato dalle mani uno smartphone ad una turista georgiana, mentre percorreva via Amendola, è stato notato dai militari che dopo un inseguimento a piedi, lo hanno bloccato riuscendo a recuperare il costoso telefono. Quattro invece sono le persone arrestate per detenzione e spaccio di sostante stupefacenti. Nello specifico un 39enne di Caserta è stato sorpreso mentre cedeva due compresse di ''Suboxone'', farmaco usato dai tossicodipendenti in cura per la dipendenza da oppiacei. Denunciate a piede libero anche 12 persone. In particolare, sei, sono stati sorpresi da Carabinieri, senza motivo, molestando viaggiatori con richieste di elemosina o offrendo con insistenza loro assistenza presso i distributori automatici di biglietti. Sempre a piazza dei Cinquecento, i militari hanno identificato 4 persone, risultate già sottoposte a Daspo Urbano. Altri due sono stati denunciati perché trovati in possesso di una modica quantità di sostanze stupefacenti. Nel corso delle attività, i Carabinieri hanno sanzionato e segnalato altre 6 persone per il Daspo Urbano, perché trovate senza motivo e, multate per un totale di 72 mila circa, 14 venditori ambulanti, , tutti sorpresi a vendere merce non alimentare senza alcun titolo. (Toa/AdnKronos)
  5. Carabinieri uccisi sull'A2: Nistri, "Hanno voluto colpito lo Sta

    (AGI) - Reggio Calabria, 17 gen. - "Attraverso l'assassinio di due "semplici" Carabinieri, si e' voluto colpire lo Stato". Lo ha affermato il comandante generale dei Carabinieri, Giovanni Nistri, oggi a Reggio Calabria per la commemorazione del 25 anniversario dell'omicidio dei due carabinieri Antonino Fava e Vincenzo Garofalo, medaglie d'oro al valor militare. La giornata e' iniziata con la deposizione di una corona al monumento in memoria delle due vittime, sull'autostrada A2 nei pressi dello svincolo di Scilla. Poi nel duomo di Reggio Calabria l'arcivescovo Giuseppe Fiorini Morosini ha celebrato la funzione religiosa. Infine presso la scuola allievi di Reggio Calabria, intitolata a Fava e Garofalo, si e' tenuto un incontro dal tema "La "strage di Scilla" e gli attuali sviluppi giudiziari". Attualmente, infatti, e' ancora in corso il processo scaturito dall'indagine "'Ndrangheta stragista" sui presunti mandanti della strategia dell'attacco allo Stato, in un perverso accordo tra mafia e 'ndrangheta. "Chiunque indossi questa divisa - ha affermato il generale Nistri rivolto agli allievi carabinieri - deve sempre avere presente che non rappresenta solo se stesso, rappresenta lo Stato, la collettivita', la comunita' e pertanto si deve comportare come si deve comportare un rappresentante dello Stato, non per il proprio tornaconto ma per un bene superiore. In quegli anni ancora non compiutamente esplorati e non compiutamente disegnati - ha aggiunto il comandante generale dell'Arma - quando si e' deciso di attaccare lo Stato, come a livello giudiziario si sta affermando, si e' attaccata l'Arma dei Carabinieri come rappresentanza dello Stato. Quell'attacco non ha colpito solo una istituzione in quanto rappresentanza dello Stato, ma anche un'altra istituzione ancora piu' fermamente nazionale, ha colpito l'istituzione famiglia". Infine il generale ha rivolto un ringraziamento alle famiglie dei due caduti, in particolare alle vedove: "perche' voi nonostante tutto avete continuato a credere nella famiglia, nell'Arma, nello Stato, avete continuato a credere in un momento nel quale e' facile non credere piu' e dissacrare". (AGI) Rc4/Ros
  6. Carabinieri sequestrano tigre in circo a Palermo

    (ANSA) - PALERMO, 17 GEN - I carabinieri forestali hanno sequestrato una tigre in un circo che si trova a Palermo dai primi di dicembre nella zona di Brancaccio. Nel corso dei controlli i militari hanno trovato che il microchip dell'animale era di un'altra tigre morta tre anni fa. Sono in corso indagini. Intanto l'animale è stato affidato sempre al circo, ma nei prossimi giorni una società specializzata porterà l'animale in un centro in Emilia Romagna. (ANSA).
  7. Truffe on-line, vende cellulare ma non lo spedisce

    (ANSA) - VERCELLI, 17 GEN - Aveva messo in vendita un telefonino su un sito di e-commerce per cercare di racimolare qualche centinaia di euro, ingannando però le persone. Un truffatore di 45 anni di Roma, già conosciuto alle forze dell'ordine, è stato denunciato dai carabinieri di Vercelli per truffa. La vittima è un 55enne di Livorno Ferraris, che ingenuamente ha accreditato la somma di denaro sul conto corrente del venditore, senza però ricevere l'oggetto acquistato. Contattato il sito di e-commerce, il cliente ha ottenuto una sola comunicazione dallo staff, secondo cui sul sito c'erano in corso difficoltà tecniche in via di risoluzione; ben presto l'acquirente ha avuto il sospetto che si trattasse di una truffa, e ha denunciato l'accaduto ai carabinieri. (ANSA).
  8. Truffe online: otto denunce dei Carabinieri nel Potentino

    (ANSA) - POTENZA, 17 GEN - Otto persone sono state denunciate dai Carabinieri, in provincia di Potenza, perché ritenute responsabili di truffe on line, in quasi tutti i casi riferite alla mancata consegna di beni per i quali avevano incassato somme di denaro. A Viggiano (Potenza), una donna ha denunciato la clonazione della sua carta di credito, con la quale tre cittadini della provincia di Napoli hanno fatto acquisti per 750 euro. A Bella (Potenza), l'acquirente di una console per videogiochi ha pagato 100 euro senza ricevere l'oggetto da due cittadini della provincia di Foggia, che sono stati denunciati. A Lagopesole di Avigliano (Potenza), un uomo ha versato 520 euro senza ricevere da due persone della provincia di Reggio Emilia la macchina agricola che aveva creduto di acquistare. Infine, a Rionero in Vulture (Potenza), una persona ha pagato 210 euro per comprare scarpe sportive di marca, senza però riceverle: è stato denunciato un uomo della provincia di Monza Brianza. (ANSA).
  9. Caccia: utilizzavano armi irregolari, 2 denunciati

    (ANSA) - GROSSETO, 17 GEN - Stavano cacciando con 'mezzi e modi non consentiti'. Per questo due cacciatori sono stati denunciati dai carabinieri forestali di Grosseto per violazione della legge sulla caccia. Uno aveva una carabina con il colpo in canna e dieci munizioni nel serbatoio mentre il secondo aveva modificato il proprio fucile a canna liscia in modo che potesse contenere un numero di cartucce superiore a quanto consentito; quest'ultimo è stato anche segnalato per manomissione di arma da fuoco. I due cacciatori sono stati sorpresi durante una battuta di caccia al cinghiale nei boschi del Grossetano.(ANSA).
  10. Auto abbandonate boschi Rapallo, multe per 6 mila euro

    (ANSA) - RAPALLO (GENOVA), 17 GEN - I carabinieri del Nipaf di Rapallo hanno elevato sanzioni per 6 mila euro a quattro cittadini residenti in provincia di Genova per aver abbandonato in maniera incontrollata diverse tipologie di rifiuti, compresi veicoli fuori uso, provocando uno stato di degrado in aree boschive e di forte pregio ambientale. I Carabinieri Forestali hanno inoltre avvisato gli enti comunali che adotteranno specifiche ordinanze sindacali per il ripristino dello stato dei luoghi e l'avvio allo smaltimento dei rifiuti abbandonati. I controlli proseguiranno nei vari comuni di competenza e sono in corso altre indagini per identificare altri soggetti trasgressori. (ANSA).
Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn